Informativa Precursori di esplosivi

  • Stampa

Egregio Cliente,

dal 1° febbraio 2021 entra in vigore il Regolamento (UE) 2019/1148 del 20 giugno 2019 relativo all’immissione sul mercato e all’uso di precursori di esplosivi, che modifica il regolamento (CE) n. 1907/2006 e che abroga il regolamento (UE) n. 98/2013.

Il Regolamento 2019/1148 introduce numerose novità soprattutto in merito alla commercializzazione di sostanze classificate come precursori di esplosivi soggetti a restrizione.

Per tali sostanze, riportate in Allegato I del Regolamento, resta il divieto di vendita ai privati, a meno che non siano in possesso di una licenza, e rimane l’obbligo di segnalazione di transazioni sospette, sparizioni e furti. La segnalazione deve essere effettuata entro 24 dalla rilevazione della stessa.

Per le sostanze riportate in Allegato II del Regolamento (precursori di esplosivi disciplinati) resta solamente l’obbligo di segnalazione di transazioni sospette, sparizioni e furti entro 24 h.

Per l’operatore economico che immette sul mercato sostanze in Allegato I oltre i limiti di concentrazione indicati, l’articolo 8 del Regolamento introduce l’obbligo di verificare l’identità del cliente richiedendo:

- Un rifermento di un documento attestante l’identità della persona autorizzata a rappresentare il potenziale cliente.

- Una dichiarazione di uso finale che riporti i dati del cliente e l’uso previsto dei precursori di esplosivi soggetti a restrizioni.

Per questo motivo siamo a chiedervi di restituirci compilata e firmata la dichiarazione di uso finale che trovate in allegato alla presente, e di includere copia del documento di identità della persona autorizzata ad effettuare l’acquisto.

Si prega di inviare la documentazione alla casella di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

La dichiarazione avrà validità annuale, si prega di riportare per ciascun precursore le quantità previste per il 2021. Ad esaurimento di tale quantità e comunque allo scadere dell’anno sarà richiesta una nuova dichiarazione, non sarà necessario inviare nuovamente il documento di identità se non ci sono stati cambiamenti nel corso dell’anno.

I dati personali verranno trattati nel rispetto della normativa vigente. La dichiarazione d’uso sarà conservata secondo la legge.

 

Cordiali saluti.